Ricchezza e Istruzione nel mondo

Su 102 Stati sono rilevate caratteristiche di natura socio-economica e caratteristiche relative al sistema istruzione del Paese.

Si utilizzano tecniche di statistica descrittiva univariata e bivariata per:

Fonte: Report annuale dell’UNESCO.

Base dati: disponibile. Scarica la banca dati (formato EXCEL, formato SPSS)

Caratteristiche tecniche: 102 osservazioni (riguardate come popolazione), caratteri di interesse quantitativi continui.

Descrizione: Su 102 Stati sono rilevate caratteristiche di natura socio-economica e caratteristiche relative al sistema istruzione del Paese.

Obiettivo di indagine: descrivere le caratteristiche socio-economiche e demografiche dei paesi.

Con riferimento agli indicatori di ricchezza e benessere, si vuole valutare quanto è equanime tra gli stati la distribuzione della ricchezza, del benessere.

Per quanto riguarda le variabili demografiche, l’interesse verte sulle attese di vita, sui tassi di natalità, sul tasso di incremento demografico e sui tassi di mortalità infantile.

Un altro aspetto di rilievo riguarda l’istruzione. In particolare si vuole stabilire se l’accesso e la qualità dell’istruzione sono legati ad indicatori di ricchezza o ad altre variabili di tipo socio-economico o demografico. Particolare attenzione è rivolta alle eventuali differenze nelle condizioni di vita e nell’accesso all’istruzione per maschi e femmine.

Attraverso analisi stratificate si cerca di valutare se le distribuzioni dei caratteri di interesse variano in base all’appartenenza a macroaree socio-economiche o a caratteristiche demografiche quali i tassi di incremento demografico.

Strumenti di analisi. La base dati considerata viene trattata con tecniche di statistica descrittiva (anche se non c’è una copertura del 100% della popolazione considerata, quello in esame non può in alcun modo essere considerato un campione).

Vengono ampiamente utilizzati gli strumenti di analisi univariata (eventualmente stratificata) per la descrizione dei caratteri più rilevanti.

Particolare attenzione è rivolta allo studio delle relazioni tra caratteri quantitativi (correlazione lineare, concordanza), e all’individuazione di funzioni analitiche adeguate a spiegare un carattere in funzione di un altro (interpolazione di una nuvola di punti per mezzo di retta di regressione, polinomi di grado superiore al primo, funzioni logaritmiche e esponenziali; confronto tra diverse funzioni).

APRI documento (formato PDF)